Altopia di Pine' il posto delle emozioni nel cuore del Trentino
Il Blog dell'Altopiano di Piné
10 anni dalla frana di Campolongo15/08/2020

Sono passati 10 anni dalla frana del rio Val Molinara del 15 agosto 2010 che investi con quasi novantamila metri cubi di materiale la frazione di Campolongo sommergendo strade, automobili con fango e detriti che invasero il piano terra o i garage/cantine di molte delle abitazioni.
Tutto avvenne nella notte tra il 14 ed 15 agosto con il culmine alle ore 3.30 del 15 agosto 2010. I Vigili del Fuoco Volontari di Baselga di Piné (raggiunti poi anche dai volontari di Pergine) assieme a Stefano Prada con il suo escavatore erano operativi in loco qualche decina di minuti prima dell'evento franoso per cercare di liberare dai detriti il ponte che attraversava il rio. Pochi minuti dopo l'escavatore con all'interno Stefano è stato travolto dal fango con una forza tale da spostarlo di alcuni metri.


Frana di Campolongo del 2010 - il primo impatto

Durante la notte e mattinata successiva intervennero sul posto i funzionari dei Bacini Montani ed altri servizi provinciali, assessori e consiglieri comunali e provinciali e centinaia di volontari dai Vigili del Fuoco ai Volontari del Soccorso della Croce Rossa Italiana, ai Nu.Vol.A. ai Psicologi dei Popoli, al Soccorso Alpino e tanti altri ancora: più di 800 persone impegnate per riportare in sicurezza l'abitato di Campolongo.

L'intera zona di Campolongo era stata subito chiusa sia per motivi di sicurezza che per evitare che i curiosi intralciassero le operazioni di sgombero del materiale iniziate già all'alba del 15 agosto 2010.

Io giunsi sul posto nella tarda mattinata del 15 agosto dopo aver avuto il via libera ad accompagnare l'allora Arcivescovo Mons. Luigi Bressan, che presente a Baselga per la celebrazione dei 100 anni della Chiesa parrocchiale, aveva espresso la volontà di fare una visita al luogo del disastro.


Frana di Campolongo del 2010 - visita di Mons. Bressan allora Arcivescovo di Trento


Frana di Campolongo del 2010 - assessori provinciali e comunali assieme all'arcivescovo

L'impatto iniziale fu sconvolgente. Incontrai diversi volontari pieni di fango e distrutti dalla fatica e dallo stress emotivo, ma nonostante questo pronti a dare ancora una mano, ad aiutare chi stava peggio di loro.


Frana di Campolongo del 2010


Frana di Campolongo del 2010


Frana di Campolongo del 2010


Frana di Campolongo del 2010


Frana di Campolongo del 2010 - I Vigili del Fuoco Volontari

Fu una grande prova di solidarietà: all'epoca io ero Consigliere Comunale e in diverse occasioni ringraziai ufficialmente a nome dell'amministrazione comunale i volontari e sempre come amministrazione comunale si decise di dedicar loro una strada all'interno della frazione di Campolongo e così a decorrere dal 1 ottobre 2015 la strada di accesso interna all'area colpita è diventata ufficialmente Via dei Volontari del 2010.


La strada intitolata ai Volontari del 2010 a Campolongo


Via dei Volonari del 2010 - Campolongo - Baselga di Piné

A distanza di dieci anni voglio nuovamente dire da semplice cittadino un sentito GRAZIE ai tanti Volontari che hanno operato quel giorno e i giorni seguenti per aiutare la nostra comunità!
Un grazie che estendo a tutti i Volontari che ogni giorno instancabili ci aiutano! Grazie e ancora grazie!


10 anni dalla frana di Campolongo - Blog dell'Altopiano di Pine'
- Contenuto sponsorizzato -


P
415 visite a questa pagina

- Contenuto sponsorizzato -

Per rimanere aggiornato sugli eventi, clicca "Mi piace" sulla pagina Altopiano di Piné nel cuore del Trentino (pagina ufficiale del sito) e sulla pagina I Love Pinè (eventi dell'Altopiano di Piné):



La riproduzione di fotografie, immagini, testi e altro materiale di proprietà intellettuale di Andrea Nardon presenti in questa pagina e messi a disposizione gratuitamente, è consentita purchè venga citata la fonte: www.altopianodipine.com o Andrea Nardon. Tale concessione non vale per il materiale gentilmente donato o messo a disposizione da altri autori.


- Lascia un tuo commento/saluto -
Nome:


Luogo/località: (FACOLTATIVO)


Commento:

Codice antispam da copiare nella casella accanto prima dell'invio del messaggio:
ANT76RTY9


Leggi o ritorna al blog dell'Altopiano di Pine'!