Il Blog dell'Altopiano di Pine'
Stop ai furti - incontro pubblico21/04/2016

Mercoledì 20 aprile 2016 presso la sede della cooperativa C.a.s.a. il comandante della locale stazione dei Carabinieri maresciallo Claudio Pirruccio ha illustrato alcuni metodi operativi e dato suggerimenti per prevenire i furti.




Ha esordito dicendo che è difficile trovare i ladri o coglierli in flagranza: loro fanno le indagini ma non è come in televisione dove tutto si risolve in breve tempo, per questo conviene fare prevenzione.
Durante i pattugliamenti effettuati di notte, trova frequentemente porte aperte o porte con le chiavi inserite (lasciate dai proprietari) per questo consiglia come primi accorgimenti di chiudere le porte di casa e chiudere gli scuri delle porte a piano terra e anche quelle al primo piano in modo da creare maggiori ostacoli ad eventuali malintenzionati.
Suggerisce anche di mettere qualcosa davanti ai davanzali interni delle finestre in modo che se qualcuno apre dall'esterno le finestre, il movimento faccia cadere questi oggetti ed il rumore possa svegliare i proprietari. Continua poi dicendo di evitare di nascondere in camera da letto i propri gioielli in quanto è il primo dei posti dove vanno a guardare: consiglia quindi di trovare altri nascondigli all'interno della casa.

Le modalità di esecuzione dei furti sono simili se non uguali. Bisogna stare attenti a non fornire informazioni ai potenziali ladri, ad esempio scrivendo su Facebook che si è in vacanza o dicendolo al bar: in questo modo si facilita la vita ai ladri che sanno che non c'è nessuno a casa e possono agire indisturbati.
Il consiglio pertanto è quello di non dire a tutti le proprie abitudini e di lasciare qualche luce accesa per simulare la presenza di qualcuno a casa (certo la bolletta salirà ma se serve a prevenire i furti può essere un buon investimento) e di delegare qualcuno a raccogliere la posta in quanto una cassetta della posta piena indica che non c'è nessuno in casa.

Il comandante della stazione ha poi parlato di truffe: i truffatori sono persone distinte, educate che non perdono mai la pazienza in quanto devono circuire le persone soprattutto anziane. Spesso agiscono in due in modo che il malcapitato non possa controllarli entrambi: mentre uno distrae la vittima, l'altro ripulisce la casa. Oltre a queste vere e proprie truffe, ci sono altri atteggiamenti al limite: persone che fanno firmare dei contratti capestro. In questi casi è ancora più difficile dimostrare che non si voleva firmare il contratto quando oltre ad aver aperto la porta di casa e aver fatto accomodare le persone gli si è anche offerto un caffé. Il consiglio e' di non fare entrare le persone sconosciute.

Prosegue poi dicendo di diffidare anche delle telefonate che si ricevono da persone sconosciute: in alcuni casi vengono poste molte domande con la scusa di fare indagini al fine della vendita, ma potrebbero anche informarsi su quante persone ci sono in casa, se ci sono cani, etc.

Quando si va al supermercato ha notato che spesso le borse sono aperte e messe sul carrello: è un invito al borseggio per i malviventi.

Ha quindi parlato di alcuni episodi di furti avvenuti al passo del Redebus: le persone arrivavano al passo e mettevano le borse e gli oggetti di valore nel cofano pensando di non essere viste, ma invece qualcuno osservava senza farsi vedere e poi agiva a colpo sicuro derubando gli oggetti nelle auto.
Il consiglio è quello di fermarsi prima se si ha qualcosa da mettere nel cofano perchè potrebbe esserci sempre qualcuno che ci osserva.



Stop ai furti - incontro pubblico - Blog dell'Altopiano di Pine'
- Contenuto sponsorizzato -


P
819 visite a questa pagina

- Contenuto sponsorizzato -

Per rimanere aggiornato sugli eventi, clicca "Mi piace" sulla pagina Altopiano di Pine nel cuore del Trentino (pagina ufficiale del sito) e sulla pagina I Love Piné (eventi dell'Altopiano di Piné):



La riproduzione di fotografie, immagini, testi e altro materiale di proprietà intellettuale di Andrea Nardon presenti in questa pagina e messi a disposizione gratuitamente, è consentita purchè venga citata la fonte: www.altopianodipine.com. Tale concessione non vale per il materiale gentilmente donato o messo a disposizione da altri autori.


- Lascia un tuo commento/saluto -
Nome:


Luogo/località: (FACOLTATIVO)


Commento:

Codice antispam da copiare nella casella accanto prima dell'invio del messaggio:
ANT76RTY9


Leggi o ritorna al blog dell'Altopiano di Pine'!