16/01/2021 - Il bosco in inverno con la neve -

Il bosco cambia aspetto con la neve, soprattutto quando questa è scesa abbondante nei giorni scorsi. Strade e sentieri, giovani piante e ceppaie, tutto sommerso dalla neve. Qualcuno è passato prima di te e ti ritrovi a seguire le sue orme, qualcuno passerà dopo di te e seguirà le tue orme e così si formano nella neve dei sentieri dove si cammina meglio perché la neve è già calcata e non si sprofonda fino al ginocchio come succede appena si lascia quel tracciato.

Nel bosco del futuro delle Predolce a Tressilla (quello coinvolto dalla tempesta Vaia che anno dopo anno sta lentamente crescendo) sono tre i possibili percorsi tracciati che quasi obbligatoriamente si possono percorrere, uno di questi consente di scattare le classiche foto-cartolina invernali: le catene montuose, la Valle di Piné, i centri storici innevati delle diverse frazioni di Baselga, qualche scorcio della Valle di Cembra.
Di seguito alcune delle foto scattare in questi giorni di gennaio 2021.






La Valle di Piné (parte di Baselga, Tressilla, Miola, Fiorè, Cané, Faida, Vigo, Ferrari)




Tressilla zona Predolce e sullo sfondo Costalta




Costalta vista dai boschi delle Predolce a Tressilla




Il bosco del futuro a Tressilla sommerso dalla neve




Il paese di Fornace




Croce delle Grave Alte a Tressilla




Miola




Una visione panoramica dei monti innvevati




Qualche raggio di sole nel bosco




I monti nei dintorni




Orme sulla neve, probabilmente di una lepre




La Valle di Cembra




Faida in lontananza e la chiesa di San Giuseppe di Vigo






Commenta queste righe...


- Contenuto sponsorizzato -
'

07/01/2021 - Paesaggi innevati di inizio anno 2021 -

Quest'inverno dopo l'abbondante nevicata dello scorso 28 dicembre (di 50cm), ne sono seguite altre nei primi giorni di gennaio: il giorno di capodanno con 20cm, il 2 gennaio con altri 30cm ed il 3 gennaio con altri 10cm e ieri 6 gennaio con un paio di centimetri.


Oggi, approfittando del primo giorno dell'anno di pieno sole, ho scattato qualche fotografia poco dopo le ore 13.






Fontana nei pressi del parco giochi della Serraia




Imbarcadero




I lago ghiacciato e innevato e Costalta




Rizzolaga





Commenta queste righe...


- Contenuto sponsorizzato -
'

31/12/2020 - Bilancio del 2020 e auguri per il 2021 -

Mancano poche ore al nuovo anno e in molti non vedono l'ora di archiviare questo 2020 che verrà storicamente ricordato come l’anno del Covid-19.


La pandemia ha iniziato a modificare le nostre abitudini negli ultimi giorni di febbraio, quando vennero posti in quarantena i primi comuni in Lombardia e in Veneto: non si poteva entrare o uscire da quei territori. In Trentino, per evitare gli assembramenti e contenere la diffusione del virus, si decise di annullare le feste previste per il 25 febbraio, martedì grasso. Da quel momento in poi tutte le manifestazioni che prevedevano una folta partecipazione del pubblico furono dapprima rinviate e poi annullate. Lo stesso accadde anche sull'Altopiano di Piné dove le feste di carnevale si conclusero domenica 23 febbraio 2020 con alcuni momenti di festa nelle diverse frazioni. Le persone non sapevano della gravità e del forte rischio di contagio, non avevano alcuna protezione delle vie respiratorie e qualche giorno dopo si contarono i primi contagi e focolai anche in Trentino e sull'Altopiano di Piné.



A fine febbraio i lavoratori sono prima invitati e poi obbligati a fare il telelavoro da casa (per quei lavori per i quali era possibile farlo).

La sera del 9 marzo il presidente del consiglio Italiano Giuseppe Conte con un DCPM impone un blocco totale di spostamenti e la chiusura di tutte le attività non considerate essenziali per due settimane che diventarono più di due mesi per effetto dei diversi DCPM che si susseguirono. E' quello che tutti conosciamo come LockDown.


Sull'Altopiano di Piné il rettore del Santuario don Piero Rattin scrive nei primi giorni di marzo una Preghiera alla Madonna di Piné in questi giorni di emergenza e sui municipi di Baselga e di Bedollo compaiono degli striscioni per dire Grazie di cuore a medici e infermieri.
Anche le scuole vengono sospese e si diffonde sui social network il tag #IoRestoaCasa





Grazie di cuore a medici e infermieri - marzo 2020






Anche le celebrazioni religiose subiscono dei cambiamenti, nelle chiese cristiane viene vietato lo scambio della pace stringendosi la mano e la comunione viene data sul palmo della mano e non direttamente in bocca. In seguito vengono anche sospese le celebrazioni in chiesa e tanti trentini hanno seguito le celebrazioni del vescovo in diretta tv e streaming dal Duomo di Trento.
Successivamente vengono riaperte le chiese ma con un numero limitato di posti, con l'obbligo di indossare la mascherina e di mantenere il distanziamento l'uno dall'altro.


Tutte le processioni religiose o gli altri eventi che normalmente si svolgevano sul nostro altopiano vengono annullati.

Anche la festa patronale Madonna di Piné subisce delle modifiche sostanziali: niente processione e partecipazione ad invito dei rappresentanti di associazioni e/o gruppi dell'Altopiano per non superare i limiti previsti per mantenere il distanziamento nonostante la celebrazione si svolgesse all'aperto nella Conca della Comparsa.




Festa patronale Madonna di Piné 26 maggio 2020




Durante l'estate si è riusciti ad organizzare qualche manifestazione in sicurezza con la partecipazione delle persone, ma in autunno l'arrivo di una seconda ondata ha riportato a nuove limitazioni.






Madonna Assunta a Baselga- agosto 2020




San Rocco a Miola - agosto 2020




Madonna dell'Aiuto a Ferrari - settembre 2020




Madonna Addolorata a Miola - settembre 2020




Celebrazione dei caduti a Baselga - novembre 2020





Questo in breve è stato il 2020 che si sta per concludere. Anche da questo sito dove vengono fotonarrati i frammenti di storia pinetana si possono notare gli effetti della pandemia: sono pochissimi gli eventi del 2020 fotodescritti proprio perchè molti sono stati annullati e di conseguenza sono poche anche le foto datate 2020.


Chi sta scrivendo queste righe ha cercato di partecipare (quando possibile e non vietato dalle limitazioni imposte) per raccontare in sicurezza questi pochi eventi e dare la possibilità a chi non vi ha potuto partecipare di vivere quelle emozioni attraverso le fotografie.


Negli ultimi giorni di questo 2020 si sente parlare di vaccino per prevenire l'infezione da Covid-19 e questo da delle speranze nuove per il 2021, ma la strada è ancora lunga e probabilmente fino all'estate rimarranno in vigore limitazioni e obbligatorietà dell'uso della mascherina.


Nella speranza di un futuro migliore faccio i migliori auguri per un sereno 2021!









Commenta queste righe...


- Contenuto sponsorizzato -
'